Lavoro da casa

Leggo su Linkiesta.it di ieri, 29 marzo, che il lavoro da casa è sì un’alternativa, ma non la sola. Microsoft riaprirà da oggi le porte dell’ufficio centrale di Redmond a una fetta più ampia di dipendenti. Google da poco ha annunciato che investirà 7 miliardi di dollari per espandere gli uffici e i data center in 19 StatiContinua a leggere “Lavoro da casa”