Alla mamma – Breil, 25 luglio 1933

Alla mamma – Breil, 25 luglio 1933

Cara Mamma, finalmente trovo un momento per scriverti con calma. È mattina: una bellissima mattina di sole, con delle nuvole leggere e bianche a mezza costa dei ghiacciai. Io ho portato fuori dalla tenda uno sgabellino e sono qui che ti scrivo seduta sull’erba.  L’Elvira è andata a fare una passeggiata breve e tornerà prima…

Da “La profezia della curandera”
 | 

Da “La profezia della curandera”

“Ma, per poter cominciare la sua iniziazione, la donna doveva prima superare una serie di prove che mitigassero il suo carattere per poter quindi imparare, nel Tempio, a controllare a poco a poco il proprio corpo e la propria mente.  Di tutto quel percorso, la lotta più grande che doveva affrontare era quella del controllo…

SOLITUDINE E AMICIZIA

“Quando un uomo sa più degli altri diventa solitario.  Ma la solitudine non è necessariamente nemica dell’amicizia, perché nessuno è più sensibile alle relazioni che il solitario e l’amicizia fiorisce soltanto quando un individuo è memore della propria individualità e non si identifica più negli altri”.  (Carl Gustav Jung)

Gli aforismi del lunedì

Gli aforismi del lunedì

Il nostro errore più grave è quello di cercare di destare in ciascuno proprio quelle qualità che non possiede, trascurando di coltivare quelle che ha. (Marguerite Yourcenar) Perché una volta che il male di leggere si è impadronito dell’organismo, lo indebolisce tanto da farne facile preda dell’altro flagello, che si annida nel calamaio e che…

L’uomo dei gelati

Quando l’estate viene in città l’uomo dei gelati con puntualità eccolo… appare… è là!, fedele all’appuntamento col suo magico assortimento di gelati colorati di ghiaccioli sciroppati. Tutta una meraviglia: crema, nocciola, vaniglia, fragola, pistacchio, limone… “Piano, non fate confusione!”. Quando l’estate viene in città l’uomo dei gelati con pochi soldi ti dà un sorso di…

1° marzo 1956

1° marzo 1956

1° marzo 1956, giovedì.  In qualche modo è già marzo, è molto tardi e fuori un gran vento caldo soffia così forte che gli alberi e le nuvole sono lacerati e le stelle guizzano.  E’ da oggi pomeriggio che plano su questo vento e al ritorno, stasera, con la stufa a gas che si lamenta…