L’infanzia vissuta e la depressione

Alice Miller

Molti psicoterapeuti di vario orientamento escludono dal lavoro con il paziente il tema dell’infanzia o lo sfiorano solo occasionalmente quando non è possibile evitarlo.

Moltissimi sono addirittura convinti che occuparsi dell’infanzia sia dannoso poiché il paziente tenderebbe a viversi come vittima e non già come la persona adulta che è ormai diventato.

Anch’io penso che la persona adulta sia responsabile del proprio comportamento e che soltanto negli anni dell’infanzia sia stata una vittima inerme.

Ma sono altrettanto convinta del fatto che prendere coscienza della propria storia può aiutare a capire perché ci si sente ancora sempre una vittima bisognosa di aiuto.

Grazie alla psicoterapia il paziente può imparare a capirlo, abbandonando di conseguenza l’atteggiamento vittimistico.

Alcuni affermano di essere stati aiutati dalla terapia comportamentale a liberarsi dalle proprie angosce e non posso che congratularmi con loro.

Ma ciò non riesce a tutti, né tutti riescono a vincere la depressione grazie ai farmaci poiché, per loro, più che superare la depressione è importante capire chi sono e per quale motivo sono diventati quelli che sono.

Per queste persone lavorare sull’infanzia equivale a scoprire una fonte inesauribile di informazioni, ed è deprecabile che oggi la formazione psichiatrica preveda che il trattamento sia incentrato sulla prescrizione di farmaci.

Inutile dire che il paziente accoglierà come una benedizione la dose regolare di dopamina qualora il suo cervello non produca questa sostanza chimica.

Rimarrà però senza risposta un interrogativo; perché il suo cervello non la produce? E in quella risposta può essere racchiusa la chiave della vera guarigione.

Alice Miller – “Il risveglio di Eva” – Raffaello Cortina Editore

10 commenti

  1. mic ha detto:

    👌👌👌✒🌹 Ti auguro una bella giornata, anche se stamattina il mondo non è andato bene , cara Lara🌞😘🌹

    Piace a 1 persona

    1. Lara Ferri ha detto:

      Ciao Mic caro. Ti auguro anch’io una bella giornata e speriamo che il mondo migliori.

      Piace a 1 persona

      1. Lara Ferri ha detto:

        Buongiorno Allegro. Concordo con te, purtroppo.

        "Mi piace"

  2. Buon giorno.
    So di persone in terapia da una vita…..

    Piace a 1 persona

    1. Lara Ferri ha detto:

      Buongiorno Allegro.
      Anch’io conosco persone in terapia da una vita. A volte mi chiedo se non è per solitudine…

      "Mi piace"

  3. quarchedundepegi ha detto:

    Non esiste un effetto senza una causa. Se non si va alla causa è difficile risolvere il problema. Se la causa è nell’infanzia… si deve andare all’infanzia. Se la causa è in una vita precedente… si vada alla vita precedente.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

    Piace a 1 persona

    1. Lara Ferri ha detto:

      E’ proprio come dici.
      Grazie Quarc!

      "Mi piace"

  4. Forse è difficile stabilire quella linea oltre la quale prendere i farmaci? Credo che sia comunque importantissimo il supporto psicologico, sia con i farmaci che senza.

    Piace a 1 persona

    1. Lara Ferri ha detto:

      Hai ragione, è senz’altro difficile se non impossibile stabilire a tavolino se prendere o no i farmaci. Di certo il supporto psicologico è essenziale.
      Grazie per le tue parole.

      Piace a 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...