La gazza

Non avevo mai visto una gazza dal vivo, fino a pochi anni fa.

Prima vidi un nido piuttosto grande e un po’ strano, avevo pensato che fossero arrivate le cicogne.

Giorni dopo davanti a casa su dei pini marittimi ebbe luogo il mio “primo incontro” con le gazze.

Erano almeno cinque, forse di più, molto belle, anche se leggermente inquietanti.

La gazza è un grande uccello, con una scintillante testa nera, vivacissimo. Molti considerano la gazza come l’esponente più scaltro della famiglia dei corvi.

La gazza è stata spesso considerata foriera di buona fortuna o di malaugurio, a seconda di quante volte viene avvistata e in che numero.

Una delle ragioni di tali giudizi contrastanti viene dall’antica leggenda secondo cui essa fu l’unico uccello che rifiutò di entrare nell’arca di Noè, preferendo restare appollaiata sul tetto.

Da questa storia e dal modo in cui la gazza costruisce il nido, ha origine la superstizione secondo cui se si posa sul tetto di una casa, quest’ultima non crollerà mai.

Le gazze costruiscono con fango e ramoscelli il proprio nido, in genere grande e ancorato alla biforcazione di un albero o ad un cespuglio spinoso. il che garantisce stabilità.

I nidi sono molto disordinati.

Gli scozzesi hanno una filastrocca sibillina riguardante il numero di gazze che si possono incontrare, camminando all’aperto.

Uno dolore, due allegria, Tre un matrimonio e quattro un bambino, Cinque un battesimo e sei povertà, Sette è il cielo e otto l’inferno.

Nella tradizione popolare americana esiste un collegamento simile: una sola gazza è sfortuna e può indicare ira; due, baldoria e matrimonio. Tre gazze indicano la riuscita di un viaggio: quattro portano buone notizie e cinque compagnia o feste.

Questo uccello è associato alla stregoneria: un tempo si riteneva che le gazze fossero i familiari delle streghe e dei maghi, spiriti in forma di animali.

In parte questa credenza deriva dalla loro intelligenza e dalla loro attenta osservazione delle attività umane.

5 risposte a “La gazza”

  1. Scusa ma se non è salita sull’arca come ha fatto a sopravvivere ?
    Notte

    1. E’ stata sul tetto.
      Ciao e buona giornata!

  2. Beautiful picture of Magpie and excellent article about them specially the American tradition. Loved to read it. Well expressed 😊😊😊🌹❣️🍫

      1. 🤗😊😃❣️🌹❤️🍫💕🌷My pleasure. God bless you ☺️☺️

Rispondi

Blog at WordPress.com.