Fabbrica desideri la memoria

Scrive Alfonso Lentini in “Piccolo Inventario degli Specchi”:

“Sulla memoria è possibile intervenire ‘chirurgicamente’ non solo per cancellare i ricordi, ma addirittura per costruire ricordi artificiali, peraltro con tecniche semplicissime, senza neanche aprire la scatola cranica né ricorrere all’ipnosi o alla stregoneria.

Lo sanno bene gli operatori della pubblicità. A volte, per esempio, riescono a farci credere che un prodotto è molto più antico di quanto sia in realtà. Basta mostrare in continuazione fotografie o filmati che sembrano antichi invecchiando con particolari viraggi la pellicola e mostrando persone vestite alla moda dei tempi passati insieme a quel determinato prodotto. Dopo un po’ a molti sembrerà di ricordare che anche loro da bambini …

“Uno degli endecasillabi più dolci che un poeta abbia mai scritto sulla natura molle della memoria, lo offre un amico – esperto di gibigiane e di poesia – porgendomi un foglio su cui splende una poesia di Vittorio Sereni.

Ecco il verso in questione:

Fabbrica desideri la memoria …”

Vittorio Sereni

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...