L’estate dei merli

Il merlo è un uccello notissimo, inquilino abituale di giardini e parchi cittadini, e di prati, macchie, siepi e boschi …

Gli ambienti preferiti dal merlo sono moltissimi e spesso differenti fra loro, basti pensare che si spinge sino al limite delle foreste di conifere sulle Alpi a quasi 5000 metri.

Frequenta orti, giardini, prati coltivati,uliveti,vigneti,macchia mediterranea, campagne alberate e zone cespugliose…

Il  periodo degli amori inizia prestissimo per il merlo. Già dalla seconda metà di febbraio il maschio diviene irrequieto,ed inizia a “studiare”,  come si dice in gergo. Il  ritornello un po’ monotono ma bellissimo gorgheggia piano piano sin dalle prime luci dell’alba quando ancora la primavera è lontana.

Passando i giorni,  il tono del canto si fa sempre più alto ,sino ad arrivare ad un fischio penetrante udibile a centinaia di metri.

(Da ornitologicagrigentina.com)

Quando ha paura, il fischio diventa acuto e stridente. I merli imparano subito qualsiasi melodia e tendono, poi, a ripeterla continuamente. Non è raro che riproducano anche il canto di altri uccelli. Quando cantano i merli tendono ad appollaiarsi in cima agli alberi.

Ma verso fine luglio, i merli finiscono di cantare

4 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...